BIOCASA – Detersivo per i piatti

Per la pulizia della mia casa oramai è un po’ di tempo che cerco di utilizzare tutti prodotti biologici, a volte mi sono anche cimentata nella preparazione in casa di una pasta al limone per i piatti, molto sgrassante e di un buon profumo. Magari la prima volta che la rifaccio (di solito succede quando ho qualche limone che mi è rimasto per troppo tempo in frigo) vi posto la ricetta.

Io sono convinta che spendere qualche soldo in più e utilizzare prodotti non inquinanti ne valga la pena. Mi rendo conto però che non tutti hanno il tempo per autoprodursi un detersivo in casa o ancora non tutti, soprattutto adesso, sono disposti o comunque hanno la possibilità di spendere quasi il doppio per la pulizia della casa.

Nei miei soliti giretti qua e là ho recuperato un metodo a mio avviso geniale per risparmiare soldi e plastica e per diminuire della metà l’impatto inquinante . L’ho provato e mi sembra un ottimo compromesso.

La teoria è questa: utilizzare metà detersivo! Banale? Certo che si! banale e funzionante!!! Meglio di così😉

Ecco ingredienti e procedimento:

Ingredienti:

  • 1 flacone di detersivo per piatti da 125 ml
  • 1 flacone di detersivo per piatti vuoto
  • 1 L di aceto bianco
  • 80 gr di bicarbonato di sodio

In un recipiente molto capiente mettere l’aceto e versare un po’ alla volta il bicarbonato. Attenzione è un’operazione da fare con molta calma: versare un po di bicarbonato e aspettare che la schiuma si consumi e continuare passo passo fino a quando tutto il bicarbonato si è completamente sciolto.

Aggiungere ora lentamente il detersivo alla soluzione di aceto e bicarbonato. Anche questa operazione deve essere fata lentamente per evitare il formarsi di eccessiva schiuma. Quando abbiamo versato tutto il detersivo lasciare riposare il composto per qualche minuto o comunque fino a quando tutta la schiuma si è sciolta.

A questo punto suddividere il prodotto sui due flaconi.

Prima che cominciate a comporre il vostro detersivo è opportuno che sappiate una cosa. Dimenticatevi il denso e cremoso classico del detersivo per piatti. Avendo aggiunto il 100% di aceto il liquido risulterà più acquoso che in origine. Ugualmente sgrassante e pulente ma meno denso.

Ho imparato anche che, seguendo qualche semplice regola, è possibile diminuire ulteriormente la quantità di detersivo utilizzata ed avere comunque tutto pulito, ve ne elenco alcune:

1) Lavare le stoviglie sempre fuori dall’acqua, senza bagnare in continuazione la spugnetta. L’acqua infatti diluisce il detersivo rendendolo meno efficace.

2) Esiste una sequenza corretta per pulire le stoviglie. Sembrerebbe che la più efficace nella lotta allo sporco sia:

  • bicchieri e stoviglie di vetro
  • bicchieri e stoviglie in plastica
  • bicchieri e stoviglie in porcellana
  • posate
  • pentole meno unte
  • pentole molto unte

3) Aggiungere un po’ di detersivo all’acqua di ammollo

4) Prima di mettere le pentole in ammollo pulirle con tovaglioli di carta, in modo da eliminare i residui di cibo e l’unto.

Beh ora non avete proprio scuse. Efficace, poco impattante, Veloce. Meglio di così?

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...